Blog del Cemirad

DENUNCIA IMPIANTO DI TERRA E SUE VERIFICHE PERIODICHE IN UNO STUDIO ODONTOIATRICO

07/01/2020
Normative studi medici
autore-icone
mauro

DENUNCIA IMPIANTO DI TERRA E SUE VERIFICHE PERIODICHE IN UNO STUDIO ODONTOIATRICO

DECRETO-LEGGE 30 dicembre 2019, n. 162 milleproroghe – art.36 che modifica il DPR462/2001

Art. 36 – Informatizzazione INAIL

1. Al decreto del Presidente della Repubblica 22 ottobre 2001, n. 462, dopo l’articolo 7 e’ aggiunto il seguente:
«Art. 7-bis (Banca dati informatizzata, comunicazione all’INAIL e tariffe).
1. Per digitalizzare la trasmissione dei dati delle verifiche, l’INAIL predispone la banca dati informatizzata delle verifiche.
2. Il datore di lavoro comunica tempestivamente all’INAIL, per via informatica, il nominativo dell’organismo che ha incaricato di effettuare le verifiche di cui all’articolo 4, comma 1, e all’articolo 6, comma 1.
3. Per le verifiche di cui all’articolo 4, comma 1, e all’articolo 6, comma 1, l’organismo che e’ stato incaricato della verifica dal datore di lavoro corrisponde all’INAIL una quota, pari al 5 per cento della tariffa definita dal decreto di cui al comma 4, destinata a coprire i costi legati alla gestione ed al mantenimento della banca dati informatizzata delle verifiche.
4. Le tariffe per gli obblighi di cui all’articolo 4, comma 4, e all’articolo 6, comma 4, applicate dall’organismo che e’ stato incaricato della verifica dal datore di lavoro, sono individuate dal decreto del presidente dell’Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro (ISPESL) 7 luglio 2005, pubblicato sul supplemento ordinario n. 125 alla Gazzetta Ufficiale n. 165 del 18 luglio 2005, e successive modificazioni.».

 

In pratica, ogni titolare di studio Odontoiatrico che impieghi lavoratori dipendenti, deve verificare di aver denunciato all’INAIL il proprio impianto di terra, e dovra’ comunicare a mezzo del sistema informatico CIVA il nome dell’Organismo Notificato di tipo A utilizzato per la verifica periodica (biennale) dell’impianto stesso. L’Organismo Notificato dovrà poi corrispondere il 5% della tariffa come espressa nelle tabelle ISPESL del 2005. Quindi, potranno verificarsi degli scostamenti nei costi del servizio da parte del fornitore.

 

https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/avvisi-e-scadenze/avviso-avvio-procedura-civa-2019.html

Facebook
Twitter
LinkedIn
Share

Cerca nel blog

Scrivi le parole chiavi e cerca l’articolo

Articoli correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi